Prima di iniziare il tuo percorso fotografico è utile capire perché vuoi intraprendere questo viaggio, cosa ti spinge a fare questo passo ed entrare nel magico mondo della fotografia ed utilizzare quest’ultima come strumento per esprimere il tuo pensiero, le tue emozioni e filtrare il tuo modo di vedere il mondo e le persone.

Con questo articolo, desidero darti 5 consigli per iniziare il tuo percorso fotografico, ma prima di iniziare ti invito, ove ancora non lo avessi fatto, ad ascoltare il mio percorso gratuito sulla crescita fotografica attraverso la mia serie podcast incentrata sulla “Magia della Fototerapia” che troverai disponibile sulle piattaforme di Spotify, Apple podcast, Google podcast e altre piattaforme audio online.

Ecco allora i 5 consigli per iniziare il tuo percorso fotografico.

1. Il giusto mezzo per esprimere il tuo Io più profondo

C’è chi ha il dono della scrittura, chi è portato per creare dipinti o fare musica e poi c’è chi riesce a trovare la sua vera vocazione attraverso il racconto del reale, attraverso la fotografia. Fra le arti di cui l’uomo dispone, la fotografia è tra le più giovani, ma non per questo più facile da apprendere.

Per questo devi capire dentro di te se essa può essere davvero nelle tue corde, se fotografare per te non è solo un passatempo, magari una valvola di sfogo, ma il modo di tramutare ciò che vedi in un racconto di valore per immagini.

Attraverso la fotografia non solo puoi immortalare l’attimo, fermarlo e imbrigliarlo per sempre, ma puoi anche comunicare visivamente le emozioni che ti hanno spinto a scattare quel determinato fotogramma e a catturare quella specifica scena; vivi fino in fondo ciò che senti, di stomaco, di testa, di cuore, e preparati a imprimerlo per sempre nei tuoi scatti.

Ecco, allora, che il primo elemento importante dei 5 buoni consigli per iniziare il tuo percorso fotografico risiede proprio dentro di te, nell’ascoltare te stesso e i tuoi bisogni, ascoltare il tuo cuore nel profondo, così da comprendere se la strada della fotografia non è soltanto una semplice infatuazione passeggerà (e costosa!), bensì quel qualcosa che non solo ti fa sognare ma che ti permette di esprimere il tuo pensiero e le tue emozioni attraverso una narrazione fotografica.

La fotografia è vita e vivere attraverso di lei è qualcosa di così sublime che non si può spiegare con delle semplici parole, ma va vissuto sulla pelle, come una passione che consuma e alimenta l’anima al tempo stesso.

2. La fotocamera non è tutto, esercita la tua visione del mondo

Non rincorrere quello che dice il mondo del web, quello che leggi sui social o su una rivista di settore oppure un tuo amico già grande appassionato di fotografia, ma vai sempre oltre.

Qui non si tratta di non cadere nelle fake news, bensì di comprendere un’antica lezione, ovvero che realizzare una buona fotografia non dipende esclusivamente dalla fotocamera digitale o dall’attrezzatura che utilizzi e metti in campo, anzi, essa non è altro che il mezzo con cui realizzi qualcosa di più grande.

Una buona fotografia infatti nasce prima nella tua anima, da un pensiero, da un’emozione e a quel punto non c’è macchina che tenga.
Come faccio di solito con i miei studenti dei miei corsi di fotografia e dei workshop fotografici, mi piace citare una famosissima frase del film “Al di là dei sogni” con Robin Williams: “il pensiero è reale, la materia è pura illusione”.

Ecco, il secondo consiglio fotografico che voglio darti è racchiuso proprio in questa riga; l’essenza della fotografia è dentro di noi, nel nostro modo di approcciarsi e raccontare un determinato evento o momento. Non serve quindi un’attrezzatura fenomenale che pure è importante, ma serve
soprattutto e prima di tutto, affidarsi ai propri sensi, lasciarsi trasportare dalla creatività e dalla personale visione fotografica.

3. La fotografia è ritrarre ciò che ami e non ciò che gli altri vorrebbero farti fotografare.

Ecco, tra i 5 consigli per iniziare il tuo percorso fotografico, questo è probabilmente uno dei più importanti.

La verità e la bellezza risiedono in ciò che ti fa venire la classica pelle d’oca, che ti fa battere il cuore e che ti emoziona, ciò che non solo ti rende libero e senza limiti, ma ciò che ti rende realmente vivo.

E tutto questo lo conosci soltanto tu ed è prettamente soggettivo: la fotografia, lo abbiamo appena visto, è l’incontro con il tuo pensiero, con il tuo modo di osservare il mondo, con il tuo modo di catturare, attraverso la tua visione fotografica, ciò che più ti fa sentire vivo.

Proprio per questo, evita tutte quelle persone che cercano ad ogni costo di importi il proprio credo e la propria idea di bellezza; ascolta sempre le tue esigenze, quello che ti fa felice, quello che vorresti portarti nel cuore e nella mente per il resto della tua vita, perché saranno proprio questi momenti ad
accompagnarti ogni giorno nel tuo percorso, sia di vita che fotografico, rendendoti una persona felice e appagata.

4. Prenditi del tempo per te stesso

In un mondo oggi governato dalla vita frenetica e dalla ricerca dell’artificiale e della perfezione sui social, la fotografia può essere l’ancora di salvezza per un ritorno ad una vita più calma, lenta, espressiva e artistica.

Se anche la fotografia può lasciare a chiunque ampi spazi di manovra su come gestire ciò che si osserva, non tutti riescono a capirne e assaporare la sua essenza. Un’essenza che non ha limiti di tempo, non va di fretta.

Ecco, quando ho deciso di scrivere questi 5 consigli per iniziare il tuo percorso fotografico principalmente desideravo che tu ti prendessi il giusto tempo per comprendere l’importanza della fotografia nel tuo percorso di vita.

Non solo perché possiede una sua dimensione magica, rilassante
e molte volte anche misteriosa, ma fondamentalmente perché una visione artistica allarga sempre il nostro modo di pensare, di far scorrere i nostri pensieri e di imbrigliare la stessa forza del tempo.

Le nuove sfide che troverai quando inizierai il tuo percorso non saranno certo facili, ma se desideri veramente crescere in campo fotografico devi essere consapevole dell’impegno che ci vuole.

Avrai profondi momenti di sconforto, avrai cadute date dai tuoi errori, scoprirai anche fin dove potrai spingerti in quel preciso momento con la tua mente fotografica e con l’attrezzatura in tuo possesso, ma non ti preoccupare di tutto questo.

Non ti preoccupare perché con il giusto tempo, con la giusta dedizione, la giusta conoscenza e voglia di crescere, anche e soprattutto attraverso corsi di fotografia e studio profondo, testi mirati, confronto e sperimentazioni continue, queste sfide diventeranno una grande opportunità di crescita.

5. Impara a saper osservare

C’è chi vede ma non guarda: questo perché effettivamente non è così scontato saper osservare.

Perché dico questo? Perché si tratta di uno dei maggiori problemi riscontrati nei miei corsisti. Nell’epoca attuale, la persona è portata troppo spesso a soffermarsi sulla superficie di quello che succede intorno a sé, senza quasi avere mai il desiderio di andare oltre, di osservare veramente come va il mondo, di catturare la scena attraverso una visione fotografica non solo innovativa, ma anche ricca di dettagli, di letture fotografiche diverse e di nuove prospettive.

Molti si lasciano trasportare dalla sicurezza di quello che vedono, senza curarsi dei dettagli, dei mutamenti improvvisi, della vita che scorre.

Inevitabilmente si finisce con il chiedersi come sia stato possibile perdere quel preciso istante e spesso si cade nell’errore di dare la colpa alla macchina fotografica o alle impostazioni sbagliate; forse invece l’errore è dato dalla poca attenzione per il dettaglio o da un’osservazione parziale della scena.

Il quinto consiglio fotografico è quindi quello di essere disposti a cambiare prospettiva, ad osservare il mondo con occhi nuovi. E per farlo devi staccarti dai social, dalla frenesia della vita attuale e tornare a guardare ciò che gira intorno, sopra e sotto di te.

Perché fotografare con la mente prima che con la tua fotocamera, è il primo passo da realizzare se vuoi veramente iniziare il tuo percorso fotografico.

Avere le basi della fotografia non significa solo conoscere il funzionamento del diaframma, dei tempi di scatto, degli ISO, del sistema di messa a fuoco e via dicendo, cose che sarà importante approfondire macchina fotografica alla mano, ma avere la giusta visione, necessaria ad iniziare un percorso fotografico di valore.

Spero che i miei 5 consigli per iniziare il tuo percorso fotografico ti siano stati utili. Se ti fa piacere dimmelo nei commenti o sui miei canali social.

Buona luce e ricorda: “se ti ci metti veramente d’impegno puoi raggiungere qualsiasi risultato”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie per mostrarti anche annunci pubblicitari in linea con le tue preferenze e per misurarne le prestazioni. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Luca Storri | Fotografo. Necessito del tuo consenso per elaborare e archiviare le informazioni raccolte dal tuo dispositivo (come cookie, indirizzo IP e altri dati e caratteristiche che il tuo dispositivo invia automaticamente. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi